DUE

Sono ormai passati due mesi da quando ho messo piede sull’aereo con destinazione Berlino.

Ovviamente, questi due mesi sono stati molto impegnativi: non è facile ritrovarsi da un giorno all’altro a 1000km dalla propria casa, dai propri amici e dai propri punti di riferimento, e può succedere di provare intensa malinconia.

Anche l’approccio alla lingua tedesca è stato tutt’altro che semplice: è davvero una lingua molto complessa e richiede tanto impegno.

Nonostante ciò, noto davvero di avere già fatto un notevole salto di qualità rispetto a prima, in quanto a comprensione e in scioltezza nell’esprimermi.

La scuola richiede costanza ed impegno, ma trovo sia davvero intrigante dovere studiare materie anche che in Italia non sono presenti nei nostri licei, come ad esempio scienze politiche o etica.

È anche interessante confrontarsi con un sistema scolastico e struttura delle lezioni completamente diversi da quelle italiane: qui la partecipazione, il dialogo, e la condivisione sono la chiave.

La mia esperienza qui è sicuramente resa più leggera e piacevole dai miei compagni di classe e dalla mia famiglia ospitante, entrambi molto disponibili a darmi tutto l’aiuto e sostegno di cui potrei necessitare.

 

È anche importante stringere amicizia con altri exchange students: stanno vivendo la stessa esperienza che stai vivendo tu in prima persona, e possono capirti meglio di chiunque altro.

In conclusione, nonostante questi mesi di “assestamento” siano stati duri, sono assolutamente convinta e felice di avere fatto questa scelta, che sento che mi sta cambiando in meglio.

Sono convinta che il mio futuro qui mi riserverà ancora tante cose belle da vivere.